Novità

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Ascolta "Figli da una nuova relazione: c'è riduzione dell'assegno di mantenimento?" su Spreaker.

Lecita, dopo una separazione o un divorzio, è la volontà di crearsi una nuova famiglia, magari con dei figli nati dalla nuova relazione.
Come ormai è ben noto, se dalla precedente unione erano nati dei figli, questi hanno il diritto ad essere sostenuti economicamente attraverso un assegno di mantenimento sino al raggiungimento della loro indipendenza economica.
L'interrogativo è se in questi casi si assisterà a una riduzione dell'assegno di mantenimento in seguito alla nascita di nuovi figli.

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Ascolta "Il minore emancipato" su Spreaker.

Secondo il Codice Civile, per minore emancipato si intende una persona che ha compiuto 16 anni ma non ancora 18 e il cui matrimonio è stato autorizzato dal Tribunale per i minorenni.

Tuttavia, prima dell'entrata in vigore della Legge n. 39/1975 che ha modificato il diritto di famiglia, l'emancipazione poteva essere ottenuta di diritto:
- dallo stesso minore o dai suoi genitori
- dal minore che contraeva matrimonio

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Ascolta "Neonati abbandonati: affido, adozione e riconoscimento" su Spreaker.

A seguito delle innumerevoli richieste pervenute al fine di adottare la piccola bambina abbandonata nel parcheggio del Pronto Soccorso pediatrico dell'Ospedale San Gerardo di Monza pare opportuno chiarire meglio quale sia il percorso legale da seguire obbligatoriamente per poter raggiungere lo scopo dell'adozione dei neonati abbandonati.
Primariamente è necessario sapere che tutta la procedura inerente all'adozione viene regolamentata dalla legge n. 184/1983, la quale stabilisce diversi requisiti che devono essere rispettati e che devono sussistere, non solo in capo ai candidati futuri genitori, ma anche in capo al minore.

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Ascolta "Lo sfratto per morosità" su Spreaker.

Lo sfratto per morosità è una procedura speciale, prevista dall'art. 658, comma 1, c.p.c., con la quale il locatore chiede al Giudice di sfrattare l'inquilino se quest'ultimo non paga l'affitto concordato per ottenere:
- la risoluzione del contratto di affitto;
- il rilascio e la consegna dell'immobile;
- il pagamento dei canoni arretrati.

Pertanto, se un inquilino inizia a non pagare l'affitto e le spese accessorie, è consigliabile intervenire subito senza far passare troppi mesi per evitare che gli arretrati crescano senza alcuna prospettiva di recupero del credito e, in alcune circostanze, rendendo difficile il recupero del possesso dell'immobile in tempi brevi.

Pagina 1 di 53

Gli studi:

LECCO:
Viale Dante, 10
Phone: 0341591913

MILANO:
Via Boccaccio, 15
Phone: 0248005405

Consulenza online

Iscriviti e resta aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter mensile per ricevere aggiornamenti su novità e ultime sentenze.
Privacy e Termini di Utilizzo
©2022Studio Legale Castagna - Viale Dante, 10 LECCO - Via Boccaccio,15 MILANO P. I. 02887910137 C.F. CSTSVN74D61E507Q Ordine Avvocati Lecco Iscrizione all'albo n. 2089
Privacy e cookies policy | Termini di utilizzo