Novità

Bonus affitto 2020 per le famiglie in difficoltà

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

La nuova legge di bilancio 2020 prevede un aiuto straordinario alle famiglie che non riescono a pagare l'affitto sotto forma di bonus affitto erogato dai Comuni

Tra i vantaggi contenuti nel “Piano casa” c’è anche il Bonus Affitto 2020 grazie al piano Rinascita Urbana che consiste in un programma pluriennale per la riqualificazione e l’incremento dell’edilizia residenziale pubblica e sociale e la rigenerazione urbana.
È il ministero delle Infrastrutture ad occuparsene e stabilendo nel piano altri benefit come i bonus verde, l’ecobonus, il sismabonus ed i bonus per le ristrutturazioni edilizie.

Si tratta di un vero e proprio bonus nei confronti dei cosiddetti "inquilini vittime di morosità incolpevole"; viene erogato dallo Stato, fino ad esaurimento fondi, anche attraverso il Comune di residenza, ed è un aiuto economico alle famiglie che per motivi indipendenti dalla loro volontà non riescono a pagare l'affitto di casa.
Il contributo affitto 2020 viene erogato dallo Stato grazie alle risorse che ogni anno il Governo stanzia con la Legge di Stabilità.

Il Fondo morosità incolpevole è attivo solo nei Comuni che presentano una alta densità abitativa e che soffrono di maggior degrado edilizio, di carenza di servizi e di marginalità sociale.
Per potenziare il Decreto anti-sfratti è stato istituito il "Fondo nazionale sostegno all'accesso alle abitazioni in locazione"; in questo caso viene garantito un contributo economico che corrisponde alla differenza tra il valore del canone di locazione tipo di un alloggio popolare e quello pagato effettivamente dall'inquilino in difficoltà.

Per ottenere il bonus ci sarà un bando pubblico, al quale si potrà accedere presentando un’apposita domanda ad essere inseriti in una graduatoria comunale che si aggiornerà ogni tre mesi; in base alle dichiarazioni Isee, le famiglie più povere potranno fare domanda al Comune di residenza.

Nel caso in cui si riceva il reddito di cittadinanza 2020, che prevede anche il sostegno per il pagamento del canone di locazione, il contributo affitto viene assorbito da questo nuovo aiuto alle famiglie in difficoltà.

Per accedere al Fondo morosità incolpevole e ricevere l'aiuto economico stabilito dalla legge è necessario che sussistano una serie di gravi cause che impediscano di pagare il canone di locazione ed anche dei requisiti essenziali, primo fra tutti un reddito Isee che non supera il limite dei 26mila euro.

Le ulteriori cause gravi che danno diritto a richiedere il bonus affitto 2020 sono: il licenziamento, la riduzione dell’orario di lavoro, la messa in Cassa integrazione, un contratto a tempo determinato non rinnovato, la cessazione dell'attività lavorativa per cause indipendenti dalla propria volontà e l’infortunio o il decesso di un qualsiasi componente familiare concorrente al reddito del nucleo.

Per approfondire leggi anche:

Pacchetto famiglia 2020: le nuove norme

Coronavirus: cosa cambia nei contratti di affitto?

Danni all'appartamento in affitto: oltre al risarcimento del danno l'inquilino deve pagare anche i canoni

Se ti è piaciuto questo articolo, resta aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter mensile per ricevere aggiornamenti su novità e ultime sentenze.
Privacy e Termini di Utilizzo

Gli studi:

LECCO:
Viale Dante, 10
Phone: 0341591913

MILANO:
Via Boccaccio, 15
Phone: 0248005405

Consulenza online

Iscriviti e resta aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter mensile per ricevere aggiornamenti su novità e ultime sentenze.
Privacy e Termini di Utilizzo
©2022Studio Legale Castagna - Viale Dante, 10 LECCO - Via Boccaccio,15 MILANO P. I. 02887910137 C.F. CSTSVN74D61E507Q Ordine Avvocati Lecco Iscrizione all'albo n. 2089
Privacy e cookies policy | Termini di utilizzo