Novità

Pensioni: previsioni sul futuro di Quota 100

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

La Quota 100, in ambito pensionistico, raggiungerà la sua scadenza nel 2021. Cerchiamo di comprendere quali sono le previsioni per il futuro di questa riforma pensionistica.

Secondo il Ministro del lavoro Catalfo, Quota 100 “non si tocca” in quanto ha prodotto risultati molti positivi, sia perché le domande di prepensionamento sono state inferiori rispetto a quelle preventivate provocando un risparmio di spesa, sia perché la disoccupazione è diminuita.
L’unico cambiamento che i tecnici vorrebbero apportare è quello di rinviare di tre mesi le finestre di uscita della legge per i dipendenti privati e pubblici.

Martedì 15 ottobre era il termine ultimo per inviare il Documento programmatico di bilancio a Bruxelles, ma in Italia vi è un vero e proprio scontro aperto su Quota 100. Da una parte c’è chi sostiene di voler tagliare i fondi ai pensionamenti anticipati, come Italia Viva e i seguaci di Renzi, dall’altra invece M5S e Salvini sono contrari all’eliminazione della misura sopra richiamata perché permette di garantire il ricambio generazionale e contrastare la disoccupazione.
Di fronte a questo conflitto politico, a intervenire sono sia il Ministro del lavoro Catalfo, che conferma la decisione presa di lasciar operare Quota 100 fino alla sua scadenza naturale grazie all’enorme risparmio derivante, sia il primo Ministro Conte che non si dice preoccupato sulla possibilità di trovare le risorse necessarie per coprirla.
      
Al momento, quindi, Quota 100 potrebbe subire solo una modifica, chi deciderà di fare domanda di prepensionamento per andare in pensione anticipata con 62 anni di età e 38 anni di contributi dovrà aspettare tre mesi in più, rispetto alle finestre attuali; le finestre di tre mesi dei lavoratori privati e di sei mesi dei lavorati pubblici diventeranno di sei e di nove mesi.
La modifica concerne, perciò, l’allungamento dei termini di decorrenza delle pensioni previste al fine di garantire allo Stato un risparmio pari un miliardo e 600 milioni fino all’entrata a regime della figura.

Per approfondire leggi anche:

Il pignoramento della pensione

La pensione di reversibilità

Se ti è piaciuto questo articolo, resta aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter mensile per ricevere aggiornamenti su novità e ultime sentenze.
Privacy e Termini di Utilizzo

Gli studi:

LECCO:
Viale Dante, 10
Phone: 0341591913

MILANO:
Via Boccaccio, 15
Phone: 0248005405

Consulenza online

Iscriviti e resta aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter mensile per ricevere aggiornamenti su novità e ultime sentenze.
Privacy e Termini di Utilizzo
©2022Studio Legale Castagna - Viale Dante, 10 LECCO - Via Boccaccio,15 MILANO P. I. 02887910137 C.F. CSTSVN74D61E507Q Ordine Avvocati Lecco Iscrizione all'albo n. 2089
Privacy e cookies policy | Termini di utilizzo